Sostenibilmente: volontari per un’economia sociale

Corso di formazione "Sostenibilmente: volontari per un'economia sociale"Un progetto formativo sui temi della sostenibilità e della resilienza, in collaborazione con molte associazioni versiliesi, per affrontare insieme temi fondamentali come l’agricoltura locale, l’autoproduzione di energia, il riciclo dei rifiuti, l’autorecupero architettonico, l’economia solidale e circolare. Il corso è gratuito e il primo appuntamento è per l’11 marzo alla Croce Verde di Viareggio, che, come associazione capofila, ospita tutti gli incontri in aula.

Il corso rientra nel bando 2016 del Cesvot, Centro servizi del volontariato toscano), dedicato ai progetti di formazione e ai partecipanti che seguiranno almeno i due terzi degli appuntamenti sarà rilasciato l’attestato di partecipazione.

Dieci incontri in aula con esperti e testimoni per approfondire i temi; quattro visite guidate alla scoperta di luoghi e esperienze versiliesi dove si mette in pratica la resilienza ambientale e sociale e modelli alternativi di economia; un laboratorio pratico, la visione di docufilm, lo scambio di idee con i partecipanti e una verifica finale. Questa la struttura del corso che è rivolto soprattutto ai volontari e agli aspiranti volontari ma non solo.

Il percorso intende approfondire argomenti di estrema attualità: dall’uso sostenibile delle risorse alla partecipazione, dai progetti di vita basati sull’ecoefficienza all’equità e la solidarietà sociale, dalla sharing economy alla permacultura. Il progetto è l’occasione anche per valorizzare le reti della collaborazione nell’ottica di aumentare l’impatto sociale delle iniziative dei gruppi e delle associazioni. I relatori e gli accompagnatori sono esperti nei vari settori (ecologi, agronomi, architetti, ingegneri, psicologi), cittadini attivi nelle associazioni, giornalisti.

E’ possibile seguire l’evento su Facebook ma per iscriversi, occorre compilare la scheda e inviarla entro il 6 marzo. Scheda di iscrizione semplificata in pdf

Il numero massimo dei partecipanti è 25.  Qui il programma completo e le altre informazioni.

programma del corso di formazione "Sostenibilmente: volontari per un'economia sociale"

di Daniela Francesconi

 

Collaborare per preparare la comunità al cambiamento

Il focus sulla collaborazione proposto al Terra Nuova festival dal gruppo Verso la transizione, ha visto una quarantina di persone a confronto sul tema, giovedì 2 giugno, giorno dell’inaugurazione della festa, nonostante la pioggia battente su tutta la Versilia e l’orario mattutino.

Un'immagine dell'incontro sulla rete della collaborazione - foto di Daniela Francesconi

Un’immagine dell’incontro sulla rete della collaborazione

Dopo una breve introduzione sul gruppo di Verso, che proprio nella stessa Villa le Pianore a Capezzano, il 7 e 8 novembre 2015, ha organizzato il primo evento versiliese interamente dedicato alla transizione (energetica, economica, sociale..), l’incontro è proseguito con un giro di interventi sul concetto di collaborazione e poi con il gioco sociologico Agorà, reinterpretato in chiave ambientalista.

I partecipanti si sono divisi in gruppo, nel gioco Agorà - foto di Daniela Francesconi

I partecipanti si sono divisi in gruppo, nel gioco Agorà

I partecipanti si sono divisi in gruppi assumendo il punto di vista di vari soggetti che compongono la società: gli amministratori pubblici e gli agricoltori, i giovani e i banchieri, i migranti e i genitori, gli artigiani e i mass media, i commercianti e gli anziani.

La discussione dei gruppi nel gioco Agorà - foto di Daniela Francesconi

La discussione dei gruppi nel gioco Agorà

La domanda chiave è stata: cosa fare nella prospettiva che in dieci anni le fonti energetiche fossili si esauriscano? Ogni gruppo ha provato a rispondere con proposte e considerazioni varie, cercando di interpretare le istanze di categorie sociali e economiche precise, che spesso nella vita reale si contrappongono.

Max Strata parla della rete della collaborazione al Terra Nuova festival - foto di Daniela Francesconi

Max Strata parla della rete della collaborazione

Nella seconda parte dell’incontro, Max Strata ha accompagnato i partecipanti nel ragionamento sulla rete della collaborazione come strumento per sviluppare la resilienza delle comunità, rappresentata dalla rete di fili che un gruppo di persone riesce a creare con le mani.

Il festival di Terra Nuova edizioni – Ecoversilia, quest’anno ha presentato una serie molto interessante di incontri con esperti, agricoltori, esponenti della società civile. Si è parlato di recupero dei sentieri, agricoltura biologica e sinergica, alimentazione vegana, canapa, beni comuni e tutela del territorio, inquinamento dell’aria, rifiuti, sovranità alimentare e filiera dei grani antichi, scuola e economia sostenibile.

di Daniela Francesconi

Verso il Terra Nuova festival per costruire la rete della collaborazione

Danze popolari di gruppo dopo la biciclettata, al parco della Peschiera a Lido di Camaiore

Danze popolari di gruppo dopo la biciclettata, al parco della Peschiera a Lido di Camaiore

Come costruire una rete della collaborazione? Cosa significa per ognuno di noi collaborare? Cosa ci spinge a collaborare e a condividere e cosa cerchiamo e troviamo nella collaborazione? Con queste importanti domande il gruppo di Verso la transizione partecipa all’edizione 2016 del Terra Nuova festival conducendo un incontro aperto al pubblico giovedì 2 giugno a partire dalle 10.30. Nello spazio tenda coinvolgeremo i visitatori con dei giochi sociologici per far emergere l’importanza di mettere in rete le persone, di porre attenzione verso “l’altro” e di trovare nella collaborazione la via per tutelare l’ambiente, aumentando la resilienza sociale e degli ecosistemi naturali.

Il tema della rete della collaborazione è da tempo in discussione nel gruppo e costituisce la base per poter dare vita a quell’economia circolare in grado di sostenere i soggetti che ne fanno parte (persone, associazioni e gruppi) e di ridisegnare in modo sostenibile i rapporti sociali e economici. L’appuntamento con Verso la transizione è inserito nel programma ufficiale della manifestazione ed è anche un evento Facebook.

Alle 12.15 poi Max Strata farà un suo intervento sulle pratiche di gestione e organizzazione dei gruppi per il cambiamento sociale. Dopo breve introduzione teorica, lo sviluppo e il potenziamento della resilienza locale saranno al centro di altro gioco, che è un vero esercizio sulla pratica del fare rete.

Terra Nuova festival 2016

Terra Nuova festival 2016

Verso la transizione torna dunque a Villa Le Pianore a Camaiore, dove quest’anno per la prima volta trasloca anche il festival, là dove il 7 e 8 novembre 2015 ci fu il primo grande incontro versiliese sui temi della transizione. Una simpatica coincidenza e un’ottima occasione per collaborare, appunto, con l’associazione Ecoversilia che nel corso degli anni ha mostrato tutta la sua importanza e che richiama migliaia di visitatori interessati ai temi dell’ecologia. Questo è il programma completo della manifestazione.

E’ possibile raggiungere Villa le Pianore con i bus navetta in partenza da Lido di Camaiore (parcheggio di Piazza Abba in via Fratelli Rosselli vicino alla Croce Verde) ogni ora dalle 9.30 alle 20.30; dalla stazione FS di Capezzano – la fermata è in via Italica – ogni ora dalle 9.45.

Biciamici di Viareggio, l’associazione che è stata nostro partner nell’evento Pedalando verso la transizione, ha individuato un tragitto anche per chi intende raggiungere il festival in bicicletta, con partenza da Viareggio. Dieci kilometri in piano su percorsi ciclabili, itinerari a prevalenza ciclabile, strade a basso traffico. Maggiori informazioni sulla partenza del 2 giugno si trovano sulla pagina Andiamo in bici al Terra Nuova Festival.

 di Daniela Francesconi

Pedalando Verso la transizione: un’agropedalata

Pedalando Verso la transizione, agropedalata dell'8 maggio

In bicicletta per costruire un’altra idea di comunità e andare a scoprire le esperienze virtuose del nostro territorio. Un’agropedalata l’abbiamo chiamata perché i luoghi di destinazione sono l’azienda agricola naturale “Al campo” a Lido di Camaiore e la Food Forest di Pietrasanta dove un gruppo di cittadini ha in gestione un terreno comunale.

Questa domenica in bicicletta, con la quale vogliamo celebrare a modo nostro la Festa della Mamma dedicandola a Madre Natura, è organizzata con la preziosa collaborazione tecnica di Fiab Bici Amici che condivide con Verso l’interesse per la mobilità dolce che rende possibile l’indipendenza dalle fonti energetiche fossili.

Per i dettagli tecnici si rimanda alla pagina dedicata nella sezione Eventi