Sostenibile o rinnovabile? Facciamo chiarezza sull’energia

L'inceneritore di Livorno

L’inceneritore di Livorno

Cosa ha a che fare un inceneritore con un pannello fotovoltaico? E un impianto a biomasse con uno di mini-eolico? Apparentemente niente, se non fosse che vengono considerati, allo stesso modo, impianti alimentati da fonti rinnovabili e per questo, beneficiano degli incentivi chiamati CIP6 che ogni consumatore italiano contribuisce a pagare in bolletta. Alcune di queste fonti sono definite assimilate, come i rifiuti urbani, che alimentano i circa 40 impianti in funzione in Italia, ma lo sono anche il gas, gli oli vegetali e quelli combustibili.

Una realtà contraddittoria, che premia fonti energetiche non sostenibili e che lascia intatta la concentrazione della produzione di energia nelle mani delle grandi aziende. Verso la Transizione, l’evento autorganizzato da una comunità di cittadini per lo più versiliesi che si è svolto il 7 e 8 novembre a Camaiore, ha voluto dedicare una parte importante del dibattito proprio alla questione energetica, ospitando E’ nostra e Retenergie, due cooperative che hanno scelto un’altra strada.

Sara Capuzzo e Daniela Patrucco a Verso la Transizione

Sara Capuzzo e Daniela Patrucco a Verso la Transizione

“Tra i produttori di energia rinnovabile c’è chi opera con responsabilità per limitare gli impatti sul territorio e sulle comunità locali e chi, con una logica speculativa, realizza impianti che feriscono gravemente il paesaggio e danneggiano l’ambiente, spesso senza portare vantaggi all’economia locale. Per noi questa differenza è molto importante”, ha detto Sara Capuzzo di E’ nostra.

Insieme a Daniela Patrucco di Retenergie e a Jacopo Simonetta, Sara Capuzzo ha coordinato il laboratorio dal titolo Il Picco del petrolio e le energie rinnovabiliAl pari dell’acqua, anche l’energia deve essere considerata un bene comune, non soltanto perché le fonti fossili si esauriranno, più o meno velocemente, ma anche perché il loro uso e abuso, determina conseguenze irrimediabili sugli ecosistemi e in termini di ingiustizia sociale, guerre e sfruttamento.

di Daniela Francesconi

Annunci

Un successo dagli oltre cento volti!

Incontro con Cristiano Bottone

Incontro con Cristiano Bottone

Oltre cento persone al giorno hanno partecipato a Verso la Transizione, il 7 e 8 novembre. Venuti da tutta la Versilia, dalle province limitrofe e da varie parti d’Italia, i partecipanti hanno discusso su temi come la crisi delle risorse, il picco del petrolio, i cambiamenti climatici, la gestione dei rifiuti e degli spazi pubblici e molto altro.

Laboratorio 7 novembre

Ma è stata anche un’occasione d’incontro, per stringere rapporti e conoscersi meglio. Ci sarà tempo per fare delle valutazioni scientifiche su quanto è stato discusso, ma intanto è doveroso un caloroso ringraziamento a tutt* quell* che si sono prodigati per la riuscita dell’evento e agli ospiti che hanno messo a disposizione le proprie competenze.

Il sindaco Del Dotto e l'assessore Pierucci

Il sindaco Del Dotto e l’assessore Pierucci

Ringraziamo ancora il Comune di Camaiore che ci ha dato la possibilità di usufruire di Villa Le Pianore e, in particolare, il sindaco Alessandro Del Dotto che è intervenuto la mattina di sabato e l’assessore all’ambiente Marcello Pierucci che è stato presente domenica pomeriggio.

Il pranzo preparato da Cia-Donne in campo

Il pranzo preparato da Cia-Donne in campo

Il buon cibo di Cia-Donne in campo ha accompagnato le due giornate, con verdure di stagione preparate dall’Agriristorante La Ficaia di Massarosa, secondo un menu vegano e vegetariano.

di Daniela Francesconi